Cerca nel sito:

TERZA - CINEMA


Loveless
Castellanza, Teatro di via Dante il 12/02/18

Al cineforum il ciclo "In cerca di un centro di gravità permanente" si chiude con una pellicola che racconta per metafora il senso di disperazione della Russia di oggi

Castlelanza - Ultima proiezione di "In cerca di un centro di gravità permanente", con cui il cineforum castelanzese ha affrescato, per mano di maestri del cinema contemporaneo, i drammi e le inquietudini dei nosti giorni.

Lunedì 12 febbraio alle 21 al teatro di via Dante lo schermo è per "Loveless", pellicola firmata dal russo Andrey Zvyagintsev (Leviathan) che racconta un dramma familiare, la scomparsa improvvisa di un bambino da una famiglia in via di disfacimento, nel più ampio contesto di un tessuto sociale compromesso e sfilacciato, la Russia di oggi. "senza amore", di cui il dolore individuale diventa la drammatica metafora.

Candidato all'Oscar 20178 e vincitore del premio della giuria a Cannes, il film vede nel cast Mariana Spivak, Alexey Rozin, Matvey Novikov.

La trama

Boris e Zhenya stanno divorziando e litigano in continuazione, schiavi delle visite al loro appartamento messo in vendita. Entrambi stanno già pensando al futuro: Boris ha una relazione con una giovane donna che aspetta un bambino da lui e Zhenya sta uscendo con un uomo ricco che sembra pronto a sposarla. Nessuno dei due, però, sembra avere alcun interesse per il futuro di Alyosha, il loro figlio di 12 anni. Fino a quando quest'ultimo scompare...

La critica

"Zvyagintsev (...) negli anni ha imparato a mettere il proprio estetismo al servizio di una visione più controllata, e dirige con grande sapienza: piani-sequenza implacabili, una fotografia espressiva che si ferma a un passo dalla ricercatezza, set di grande forza. Il film tiene alta una tensione angosciante e la visione del mondo che esprime è nerissima, perfino un po' nichilista (...). A non renderlo gratuito è anche (come nel precedente 'Leviathan') l'esplicito intento di metafora, più morale che politica, dell'assenza di speranze nella Russia di Putin." (Emiliano Morreale, 'La Repubblica', 19 maggio 2017)

Il biglietto di ingresso singolo costa 5,00 euro (ridotto 3,50 euro), mentre l'abbonamento alla stagione, che si concluderà all'inizio di giugno,  è di 55 euro (ridotto a 45 euro per  possessori carta LIUC, studenti universitari e over 65). Info tel. 0331 480626 e info@cinemateatrodante.it

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 08/02/18 - 75 visualizzazioni