Cerca nel sito:

TERZA


"Noi c'eravamo". Miti e utopie degli anni '70 tra ricordo e cronaca

venerdì 13 gennaio nella biblioteca di Castellanza il racconto e la riflessione introrno al controverso decennio. Ricordando Franco Morgan

Castellanza (gam) - E' un po' come andare a recuperare la bottiglia seppellita trent'anni prima: un po' di più che trovarsi con i compagni della maturità, ma più o meno ci siamo, l'idea è quella. Ma qui si parla dei nostri anni '70, il famigerato, mitico, terribile e meraviglioso decennio che ha impresso l'aura dell'epopea al ricordo di quegli anni lacerati tra drammatici scontri politici (e fisici) e fenomenali slanci di passioni e ideali. Un decennio dopo il quale niente è più potuto essere come prima, dopo che il colore del giocoso antagonismo dei primi anni si è stemperato in toni di grigio sempre più scuri fino al nero della lotta armata.

A Castellanza il 13 gennaio si parla del 13 Gennaio. Sebbene possa sembrare di per sè piuttosto lapalissiano, nella sala conferenze della Biblioteca civica succederà che alcuni protagonisti di quegli anni venerdì prossimo parleranno del Circolo 13 Gennaio, il laboratorio culturale e politico che nacque a Castellanza quel giorno del 1976 (che allora cadeva di martedì) e da cui scaturì l'omonima rivista politica suggellata da quelle che diventeranno firme giornalistiche di prima grandezza.

Anima del gruppo fu Franco Bianchi, in arte Franco Morgan, attore e doppiatore castellanzese che con quello strumento esprimeva la militanza politica nell'estrema destra, interpretando così la sua ricerca di una terza via tra estremismo e opportunismo politico. A poco più di un anno dalla morte di Morgan (scomparso il 1 settembre 2010), gli amici di allora lo ricordano parlando di quei fatti. 

"Che cosa avete fatto della vostra gioventù? Gli anni settanta tra ricordi, sorrisi, sogni e delusioni" è il significativo titolo dato alla serata a cui parteciperanno Gennaro Malgieri (nella foto), parlamentare Pdl già direttore del Secolo d'Italia e Consigliere Rai, Maurizio Cabona (critico Cinematografico), Stenio Solinas (inviato del Giornale), Arrmando Torno (editorialista del Corriere della Sera) - questi ultimi coautori del volume "C'eravamo tanto a(r)mati", 25 racconti usciti dalla penna di chi allora, da destra e da sinistra, disse la sua.

Al termine Giacomo Airoldi intervisterà Mauro Bellugi, ex stopper dell'Inter e della Nazionale.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 02/01/12 - 1441 visualizzazioni