Cerca nel sito:

NOTIZIE - DALLA CITTÀ


A Castellanza raccolta firme contro il gioco d'azzardo


Castellanza (redazione) - La Città di Castellanza si attiva per promuovere la raccolta firme contro il gioco d'azzardo. L'Assessorato alle Politiche Sociali di Castellanza ha da tempo aderito alle campagne di Legautonomie Lombarda per combatte la dipendenza dal gioco d'azzardo ed ha perciò aderito alla proposta di promuovere l'adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo. In particolare la Scuola delle Buone Pratiche ha organizzato una raccolta di firme per promuovere una legge di inizitiva popolare che tuteli la salute degli individui e provveda al riordino della normativa vigente relativa ai giochi con vincite in denato e più generalmente contro il gioco d'azzardo.

L'obiettivo è quello di sostenere una legge che riordini la materia e prevenga le conseguenze nocive di questa dipendenza. Si è infatti in presenza di una grave situazione: basta dare un'occhiata ai numeri che ruotano intorno al gioco d'azzardo e che non possono non allarmare i sindaci. Il gioco d'azzardo ha un fatturato che si aggira attorno a 100 miliardi di euro, ovvero il 4% del PIL nazionale: è in pratica la terza industria italiana che impegna il 12% della spesa delle famiglie italiane. In Italia sono state censite 400.000 slot-machine, 6.181 locali e agenzie autorizzate e si stima che i giocatori abituali siano 15 milioni di cui 3 considerati a rischio e 800.000 giocatori patologici. Sono cifre enormi soprattutto considerato che per curare questa dipendenza si spendono cinque-sei miliardi di euro ogni anno.

Il gioco d'azzardo influisce su tutti i settori della vita di una comunità dal lavoro al tempo libero, sottraendo risorse economiche in cambio di disagio e sofferenza psicologica che finiscono per mettere a rischio la serenità, i legami e la sicurezza di tante famiglie. Non solo: i luoghi del gioco d'azzardo sono spesso il punto di ritrovo della microcriminalità dedita a furti, scippi e usura e della criminalità organizzata.

L'Assessore alle Politiche Sociali di Castellanza sostiene quindi la raccolta di firme per l'approvazione di una nuova legge che regolamenti la materia e dia ai sindaci maggiore potere di controllo sul territorio. E' possibile sottoscrivere l'adesione alla proposta di legge firmando gli appositi moduli presso l'Ufficio Servizi Demografici fino al 25 marzo 2014 negli orari di apertura al pubblico.

 

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 18/03/14 - 1034 visualizzazioni