Cerca nel sito:

NOTIZIE - DAL TERRITORIO


Alla scoperta della via Francisca del Lucomagno


Castellanza - Sabato 21 Ottobre le escursioni alla scoperta della Via Francisca del Lucomagno fanno tappa a Castellanza. Alla scoperta della Via Francisca del Lucomagno è un’iniziativa della Provincia di Varese e della Regione Lombardia che, in collaborazione con alcuni comuni del Varesotto, tra cui la Città di Castellanza, ed altri enti, si propongono di valorizzare gli antichi cammini percorsi dai pellegrini diretti a Roma.
La Via Francisca del Lucomagno è il cammino che dalla Svizzera attraversa l’intera provincia di Varese per raggiungere Pavia e collegarsi con la più nota Via Francigena, l’antica via che nel Medio Evo portava i pellegrini da Canterbury e dal Nord dell’Europa a Roma e ai porti dell’Italia meridionale.
La via Francisca del Lucomagno è lunga circa 500 chilometri, di cui 135 in territorio italiano, e segue un antico tracciato romano-longobardo che da Costanza, attraversava la Svizzera e giungeva a Pavia per collegarsi alla Via Francigena con meta finale Roma. Il percorso fatto dai pellegrine e dai viaggiatori era una delle principali vie di collegamento tra il centro Europa e la Pianura Padana e così rimase fino alla metà dell’800 quando la costruzione del ponte di Melide dirottò gran parte del traffico viaggiatori e merci verso l’asse del Gottardo.
Abbandonata in favore di altri percorsi, la Via Francisca del Lucomagno è stata riscoperta grazie al sempre più crescente interesse per i cammini storico-religiosi.
Sabato 21 ottobre è in programma la terza escursione lungo il percorso della Via Francisca: si partirà dal Monastero di Cairate alle 8.00 e, grazie al supporto degli appassionati del CAI e del G.S. Tapascioni, verrà affrontato un percorso di 10 chilometri che si concluderà intorno a mezzogiorno alla Baitina del Parco Alto Milanese con un aperitivo e l’intrattenimento musicale e il pranzo al sacco presso la Baitina.
Durante il percorso sono previste soste, una per la colazione presso Approdo Calipolis a Fagnano Olona e  una breve visita ai bunker a Marnate a cura dell’ANPI di Olgiate Olona, al Lazzaretto ed al Mulino.
L’escursione riprenderà dopo il pranzo con direzione Castelletto di Cuggiono dove si concluderà in serata la terza tappa.
Il percorso non presenta particolari difficoltà, pur richiedendo una buona preparazione in considerazione della lunghezza del cammino, e un equipaggiamento adeguato all’escursione. Le visite previste nelle soste sono gratuite, mentre a carico dei partecipanti sono i pranzi, le cene, i pernottamenti ed i trasferimenti. I punti di arrivo e di partenza della terza tappa sono serviti da mezzi pubblici e si rimanda all’orario per stabilirne la frequenza; se si desidera usufruire di un servizio di trasporto per rientrare da Castelletto di Cuggiono a Cairate occorre segnalarlo in fase di iscrizione.

Per informazioni e aggiornamenti consultare il sito www.vareselandoftourism.com/vfl - e-mail: cultura@provincia.va.it – tel. 0332/2524415.
 

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 18/10/17 - 124 visualizzazioni