Cerca nel sito:

RUBRICHE - DALLE ASSOCIAZIONI


Linea Cadorna

Il CAI di Castellanza ricorda la Grande Guerra
Besano, Monte Prevallo il 08/03/15


Castellanza (redazione) - Domenica 8 Marzo il CAI - Sezione di Castellanza, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza, a distanza di cento anni dall’inizio della Grande Guerra celebra l’avvenimento proponendo tre escursioni “Sui luoghi della Grande Guerra”. Per non dimenticare il CAI ha individuato alcuni tra i luoghi della montagna teatro di combattimento o avamposti di difesa da visitare durante delle escursioni che non presentano particolari difficoltà e sono alla portata di chiunque ami passeggiare in montagna e sia appassionato di storia.
Tre le date scelte e le proposte di visita: si comincia Domenica 8 Marzo con un’escursione lungo la Linea Cadorna nelle Prealpi Varesine sul Monte Prevallo. Località dipartenza Besano – tempo stimato per la salita due ore.

La Linea Cadorna nacque dalla necessità di scoraggiare un attacco degli eserciti nemici in direzione della Lombardia e passando attraverso il territorio neutrale della Svizzera: venne così costruita una linea difensiva lungo tutto il confine italo-svizzero. Agli inizi della Prima Guerra Mondiale (1915-1918) anche nel territorio dei monti Grumello, Orsa e Pravello, venne costruita una linea difensiva che prevedeva l'individuazione di un caposaldo isolato sul monte Grumello, a protezione specifica dell’imbocco della Valceresio, un forte in caverna sul monte Orsa, dotato di 6 postazioni per cannoni da 146 cm posti a ventaglio verso il ramo occidentale del lago di Lugano, un secondo forte a caverna sotto la cima del Monte Prevallo e un terzo forte in caverna orientato verso Mendrisio e destinato anche a magazzini e postazioni di mitragliatrici. I forti posizionati in questa area erano poi collegati da trincee e camminamenti protetti con postazioni per mitragliatrici e fucilieri .
Le opere realizzate, in condizioni relativamente buone, sono rimaste ad oggi a testimonianza del lavoro fatto, quasi totalmente da operai civili, a protezione del confine e sono visitabili ed accessibili con le dovute cautele con un percorso di visita che passando lungo il percorso disegnato, fra terrazze e piazzole, che regalano panoramiche mozzafiato a picco sul lago e con una visuale che abbraccia la catena alpina.

Le due escursione successive sono previste per Domenica 12 aprile, lungo la Linea Cadorna nelle Prealpi Varesine sul Monte San Martino, e Sabato e Domenica 27-28 Giugno al Passo Falzarego.

Iscrizioni ed informazioni alla sede CAI – Sezione di Castellanza – Via Don Bosco 2 lunedì e giovedì dalle 21.15 alle 24.00 – e-mail: castellanza@cai.it– sito web: www.caicastellanza.it

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 04/03/15 - 730 visualizzazioni