Cerca nel sito:

FOCUS


Concorso per combattere il gioco d'azzardo

"Non chiamatelo gioco"


Castellanza (lg) – Il Coordinamento contro overdose da gioco d’azzardo, composto da 23 Comuni, dall’Ufficio di Piano di zona di Gallarate e dall’associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze (ente capofila è il Comune di Samarate ) si è costituito nel luglio 2011 con l'obiettivo di promuovere una sensibilizzazione del territorio,  in particolare delle giovani generazioni, sui rischi del gioco d’azzardo. Il Coordinamento, a tale scopo, ha promosso il concorso “Non chiamatelo gioco” per individuare brevi slogan e messaggi SMS di allerta sui i rischi del gioco d’azzardo legale, che possano essere utilizzati come messaggi variabili nelle lavagne luminose comunali o in altre occasioni. Il concorso ha coinvolto le scuole della Provincia di Varese che, a gruppi o a classi,  hanno aderito al concorso, guidati da un insegnante referente: il loro compito era elaborare brevi slogan con funzione di prevenzione della ludopatia dopo aver svolto all’interno delle classi un’attività di conoscenza del problema.

La scelta di coinvolgere le scuole e gli studenti non è stata casuale: il gambling minorile, malgrado sia vietato per legge, è in costante aumento. Secondo lo studio Espad-Italia 2012 del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa del 2012 sono circa un milione gli studenti che hanno dichiarato di aver giocato a soldi: secondo questa ricerca sono circa 110mila gli studenti che già presentano un profilo di rischio moderato. Un’altra indagine sulla condizione dei minori di Eurispes e Telefono Azzurro stima che il gioco a soldi coinvolge il 12% degli adolescenti, percentuale che sale al 27% se si considera il gioco non on line (tipo “gratta e vinci”).

Tutto ciò è sicuramente favorito dalla pubblicità e dalla mancanza di programmi di prevenzione adeguati: spesso infatti i  programmi di “prevenzione” sono direttamente offerti alle scuole dagli industriali di giochi d’azzardo legali e ciò non può che far temere una nuova offensiva ai danni delle giovani generazioni per arruolarli nelle file dei “consumatori di giochi d’azzardo legali”.  Per questo, il Coordinamento contro Overdose da gioco d’azzardo ha lanciato questa iniziativa che ha consentito agli studenti di utilizzare un momento durante la normale attività scolastica per riflettere sul tema in modo critico: lo scopo è di riprendere e utilizzare gli slogan dei ragazzi anche sui siti comunali e in altre occasioni per creare una cultura più consapevole in relazione a tale tema.

L’adesione delle scuole della provincia è stata rilevante: hanno partecipato, infatti, sette scuole secondarie di primo e secondo grado, ventuno classi, diciotto docenti nel ruolo di referenti e 402 studenti. Fra gli istituti che hanno partecipato alle iniziative possiamo annoverare il Liceo Marie Curie di Tradate, le scuole secondarie di primo grado di Marnate, Ferno, San Macario, Castellanza e Lonate Pozzolo. Gli studenti che hanno partecipato al concorso hanno inviato 134 slogan ammessi al concorso nonché 42 elaborati grafici, per i quali visto che non erano previsti nel bando di concorso sono state previste alcune menzioni d’onore da parte del Coordinamento.

Gli elaborati inviati sono stati sottoposti alla valutazione di una giuria composta da 19 persone appartenenti ad ambiti diversi: cinque membri dell’Associazione AND – Azzardo e Nuove Dipendenze esperti di gioco d’azzardo, tra cui tre psicologi, un medico e una counselor, quattro rappresentanti dei comuni  che aderiscono al coordinamento tra cui l’Assessore alle Politiche Sociali di Castellanza, Matteo Sommaruga, cinque giornalisti ed esperti della comunicazione, due esperti di gioco d’azzardo, due giovani coetanei degli studenti  e il presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Varese. La giuria ha sottoposto gli slogan pervenuti in tempo utile al giudizio dei giurati e quelli con punteggio più elevato sono stati inseriti in una classifica che prevedeva per i primi quattro un premio e per tutti gli altri un attestato di partecipazione.

Sabato 23 novembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso l’Aula Magna del Liceo Marie Curie di Tradate saranno premiati i partecipanti al concorso. Alla premiazione per la Città di Castellanza interverrà l’Assessore alle Politiche Sociali, Matteo Sommaruga, in rappresentanza del Sindaco di Castellanza, Dott. Fabrizio Farisoglio. Al concorso hanno partecipato l’Istituto Comprensivo e l’Istituto Maria Ausiliatrice di Castellanza che riceveranno un attesta di merito dal Coordinamento contro il Gioco d'azzardo e dall’Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze per aver presentato slogan ed elaborati grafici contenenti slogan particolarmente efficaci.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 22/11/13 - 1425 visualizzazioni