Cerca nel sito:

LETTERE


Castellanz@online? dopo il 2° compleanno niente


Riceviamo e pubblichiamo:

Era il Natale di due soli anni fa e il nostro ambizioso sindaco, che già aveva avuto tutto, non si privava della poltrona di direttore responsabile del nuovo sito di informazione locale, da lui stesso espressamente voluto e noto a tutti come Castellanz@online. Con l’orgoglio di paragonare il suo esordio nientemeno che al primo numero del Corriere della Sera, datato 1876, nell’indimenticato Focus dal titolo ‘Castellanza corre sul web’, il nostro missionario descriveva la corretta posizione a cui si sarebbe attenuto “ .. informare con esattezza, ma non solo: nel 2012 si deve soprattutto promuovere il confronto e l’interattività .. la fatica e la passione sono finalizzati a informare, far partecipare, approfondire ..”. Per calarsi poi nelle memorabili vesti dell’arciere che, per centrare il bersaglio, deve volgere il suo arco verso il cielo, perché la freccia ricadendo colpisca l’obiettivo .. ma col rischio concreto che, con le troppe frecce scagliate a vuoto in questi anni dall’amministrazione, se non ci si scansa in fretta le stesse ci ricadono dritte addosso. Allora il provetto Tom Cruise da Mission Impossible era solo agli inizi della carriera giornalistica e pertanto meritevole di una qualche comprensione, tale da sopportarlo fino alla notizia del primo compleanno, celebrato con toni trionfalistici da sbarco sulla Luna “..lunedì 9 gennaio 2012 alle ore 8.00 Castellanz@online ha iniziato la sua avventura nel mondo dell’informazione online, dopo un percorso di riflessione e analisi avviatosi nel luglio dell’anno precedente..”. Ma con lo scopo di “ .. valorizzare il territorio castellanzese insinuandosi nel solco ultradecennale di CastellanzaViva e rinvigorendone la tradizione attraverso gli strumenti tipici della comunicazione web ..”, ecco che una sua freccia mieteva un’altra vittima con l’ingloriosa fine del nostro amato periodico cartaceo. Oggi, dopo la prima impronta di quella pur nobile impresa, portata avanti nel più incredibile dei modi e immancabilmente con soldi nostri, sono d’obbligo le seguenti considerazioni. Nel 40° anniversario della nomina a città .. libera, Castellanz@online non meritava una pur minima menzione per il suo 2° compleanno? Possibile che solo chi con la critica di fatto la incoraggia si ricordi oggi di questo compleanno? Come interpretare l’irreversibile declino di visualizzazioni colate a picco, in due soli anni, da migliaia a poche centinaia, tanto che non a caso oggi in prima posizione nella top five, a quota 220, si legge del teatrino di ‘Orsa Bianca e Orso Brunetto’? Cosa pensare dell’unico sondaggio serio apparso nel 2012, riguardante il riordino delle province? E come mai non si è dato retta al responso di seguire Busto Arsizio, Legnano e Saronno, ormai prossime ad unirsi alla città metropolitana di Milano? Anziché il ridicolo, secondo e ultimo sondaggio apparso sempre nel 2012 sui regali di Natale, perché non se ne vivacizza uno sui reali problemi percepiti dalla gente? Per quale arcana ragione non si legge nulla sui gravi fatti occorsi ai cinesi in ex Esselunga? E come mai coi pezzi pubblicati non compaiono più le sigle degli autori, tra i quali il nostro infaticabile pioniere col vizio della poltrona comoda risulta sempre assente? Non sembra di ripercorrere il film già visto del gigante d’argilla, che non è sostanza ma solo propaganda, soccombere al cospetto della minuscola Castellanzainrete, senza aiuti né finanziamenti, ma che in ormai ben nove anni non ha mai smesso il suo onorato servizio cittadino? Non vorrei che il triste rituale del sacrificio propiziatorio già toccato a CastellanzaViva, così come al blog di un sindaco che ci sorride solo in fotografia, non stia per ripetersi anche con Castellanz@online. Perché c’è la netta sensazione che un piccolo principe svogliato, già stancatosi del suo ennesimo giocattolo che non lo diverte più come vorrebbe, non stia permettendo a nessun altro di avvicinarsi per rimetterlo in sesto in modo corretto. Se la buona volontà di Castellanz@online c’è per davvero, si dimostri allora la disponibilità ad accettare critiche non pretestuose ma vere, come sono quelle qui esposte , e con coraggio ed umiltà si pubblichi questa opinione tra le (poche) lettere alla redazione .. e sarebbe un bel record per la città di Castellanza poter ascoltare per la prima volta il discorso del (e) re (tico) a reti unificate.

Castellanza, 6 febbraio 2014

Maurizio Tarantino

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 07/02/14 - 2024 visualizzazioni

Potrebbero interessarti anche...