Cerca nel sito:

LETTERE


Mostra fotografica


Caro Sindaco, 
Sono Cleofe, vivo a Legnano, ma vado a scuola a Castellanza. Proprio alcuni giorni fa, siamo andati a Villa Pomini per visitare una mostra fotografica sull’Afghanistan. Mi è piaciuta molto, vengono fuori sentimenti tanto forti. Caro sindaco, voglio subito dirle che il tema della mostra non è incentrato sulla guerra, ma sul cambiamento della donna afgana. Dal racconto del fotografo Ugo Panella, autore delle fotografie, è emerso subito che da tantissimi anni la donna è tenuta in condizione di semi schiavitù. La cosa che mi ha maggiormente rattristato è che le viene impedito, persino, di vivere da cittadina normale. Per fortuna le foto hanno documentato che la realtà sta cambiando. A molte donne vengono offerti dei micro crediti, cioè delle piccole sovvenzioni in denaro per poter aprire attività economiche e guadagnare. Sembra poco, ma per quelle donne il poter guadagnare piccole somme di denaro, fa acquisire una dignità umana. Non voglio anticiparle nulla, desidero che lei vada a vedere e sentire. Nella lettera che le scrivo, voglio solo darle le motivazioni per andare a visitare questa mostra. Prima cosa che noterà sono i colori, caldi, delle foto. Questo la emozionerà tantissimo. Sono tante le immagini che ritraggono i visi di quei luoghi. Immagini fisse, ferme, ma che scuotono e interrogano, chi hanno davanti. Inoltre, vedrà, conoscerà una cultura nuova. Abiti, sorrisi, gesti, luoghi, libri, sono tutti aspetti che noterà, che le riveleranno la loro diversità, da cui si impara tanto. Infine, ascolterà il racconto del fotografo Ugo Panella. La sua esperienza diretta, sarà molto coinvolgente. Le sue parole la porteranno a spasso in quei luoghi, e se avrà l’accortezza di chiudere gli occhi, immaginerà attraverso le sue foto, quel mondo con i suoi rumori, odori. Sentirà quella vita e quella gente. Sig. Sindaco, mi rivolgo a lei, diffonda la notizia nel suo comune. Lei che ricopre una carica così importante, deve informare i suoi cittadini di queste stranezze del mondo, di questi disequilibri che non hanno senso d’esistenza. Dia la possibilità al grido di forza di queste donne, di farsi sentire nelle nostre piazze, nelle nostre case, nella nostra coscienza. Sia testimone anche lei di questa festa, di questo coraggio capace di togliere una cosa così leggera: il velo, un velo che le schiacciava. Anche se Villa Pomini non è a Legnano, non importa. Vorrei che tutte le scuole avessero la possibilità di andare a questa mostra fotografica. Mi raccomando sig. Sindaco, ho fiducia in lei, gridi con me i valori della libertà. In attesa di una sua cordiale risposta, la saluto con un bacio…

Cleofe II A . Scuola media San Giulio Castellanza

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 30/10/13 - 1236 visualizzazioni