Cerca nel sito:

RUBRICHE - LIBRI


Pomeriggi d'autore

Conversanrdo con... Angelo Signorelli
Castellanza, Biblioteca Civica, Piazza Castegnate 2/bis il 18/03/17


Castellanza - Sabato 18 Marzo alle ore 17.30 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Civica nuovo appuntamento con il ciclo di conversazioni Pomeriggi d’autore, organizzato dall’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza in collaborazione con la Biblioteca Civica. Ospite di Pomeriggi d’autore sarà Angelo Signorelli, che presenterà il suo romanzo Il silenzio assordante e infrangibile della canicola.
Signorelli è nato a Legnano nel 1952, in quella parte del nord Italia che più di ogni altro territorio ha visto esistere un estremo sviluppo industriale e vivido fermento sociale. Per lavoro si è dedicato alla redazione di testi tecnici aeronautici, attività per la quale ha ricevuto nel 2015 l'onorificenza di Maestro del Lavoro, senza dimenticare la passione per la scrittura tanto da pubblicare nel 2015 Le impronte dei ricordi, un  libro ricco di immagini quasi dimenticate, sentimenti e dubbi sull'essenza della vita, che ha 

ottenuto un buon successo tanto da rafforzare nell’autore l’abitudine di mettere su carta le più intime emozioni e da pubblicare con Macchione Editore Il silenzio assordante e infrangibile della canicola, la sua prima opera di narrativa, in cui si manifesta in modo ancora più preponderante la sua capacità di dialogare con i cinque sensi, rendendo immediatamente familiari al lettore luoghi e personaggi raccontati.
Uscito ad un anno di distanza da Le impronte dei ricordi, in cui l'autore ripercorreva le tappe significative della propria vita fino all'adolescenza, in questo nuovo lavoro Signorelli accompagna il lettore alla scoperta di una storia avvincente e di un luogo magico, il borgo di Rollo nel Ponente ligure,  in cui si intrecciano le vite dei tre personaggi principali.
La storia, che si sviluppa in un arco temporale di pochi anni, abbraccia, attraverso il racconto dei protagonisti, un periodo storico che va dal primo novecento fino ai giorni nostri. A narrarla è Magda che, nella parte introduttiva e nella parte finale del romanzo, è una donna matura con un intenso vissuto alle spalle.
Attraverso la sua narrazione il lettore scopre una Magda trentenne che, come molti suoi coetanei e come forse è giusto che sia, vive il presente senza sentire il bisogno di guardare indietro, una ragazza indipendente, con un lavoro che le piace e una convivenza che le regala momenti di entusiasmo. Ed è la Magda trentenne che accompagna il lettore alla scoperta degli altri personaggi fondamentali del romanzo, il padre Bruno e una donna con un nome quantomeno inusuale, Clorinda, le cui vicende si erano intrecciate alla vita del padre di Magda  in quel paesino della Liguria in cui trascorreva le vacanze…
Il romanzo è una sorta di viaggio in luoghi e sentimenti, sapori e profumi che danno al lettore l’impressione di essere dentro la storia narrata con la voce narrante di Magda che li accompagna.

Per informazioni: Biblioteca civica – Tel. 0331503696 – e-mail: biblioteca@comune.castellanza.va.it

 (247.34 KB)Scarica la locandina (247.34 KB)

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 15/03/17 - 183 visualizzazioni