Cerca nel sito:

RUBRICHE - SPORT


Bilancio più che positivo per la società

Castellanzese sempre più in alto


CASTELLANZA -   Mai così in alta quota. Castellanzese, quest’anno, è stata sinonimo di prodigio. Il passaggio della prima squadra neroverde del presidente Alberto Affetti e del tecnico Emiliano Palazzi dal pianeta Promozione a quello dell’Eccellenza è avvenuto con disinvoltura impressionante. Avanti i numeri che parlano, come di consueto, il linguaggio più eloquente; primo posto con 76 punti e diciassette incollature rifilate alla seconda in classifica, ovvero la Base 96 Seveso. La prelibata torta è stata preparata con gli ingredienti cucinati sul rettangolo verde di via Cadorna di ventiquattro vittorie, quattro pareggi e soltanto due passi falsi. Ce n’è in abbondanza per indurre Affetti a intonare il canto della felicità: “il bilancio di questa stagione è stato più che lusinghiero – afferma il numero uno del sodalizio neroverde – non dimentichiamo anche gli ottimi risultati raggiunti dal nostro settore giovanile che in tutte le categorie è riuscito a primeggiare e ci consentirà di partire nei prossimi campionati nella fascia A”. Insomma, se la prima squadra si è dimostrata un Caterpillar, ciò che sta fiorendo alle sue spalle non è meno foriero di ottimi auspici per il domani. E dunque la Castellanzese riparte da un’Eccellenza che rappresenta per lei una novità assoluta. Con lei le varesine che animeranno i confronti della quinta serie arricchiscono la famiglia salendo a quota sei dalle cinque dello scorso anno; i neroverdi si aggiungono infatti a Verbano, Busto 81,Sestese, Saronno e Union Villa Cassano salvatasi ai playout dove ha regalato lacrime al Brera. Quale il segreto di questa stagione da mille e una notte?  “I risultati non arrivano mai per caso – dice Affetti- ma sono frutto di un’adeguata programmazione e in questi anni abbiamo appunto puntato a programmare bene ciascuna stagione nel quadro di un progetto a lungo termine”. Una prima certezza emerge subito dalle parole di Affetti e senza tentennamento alcuno: squadra, anzi, staff che vince non si cambia e naturalmente anche il tecnico. Avanti tutta quindi con Palazzi. Per quanto concerne gli obiettivi, Affetti è persona navigata nell’universo calcistico e sa quindi bene che pensare a compiere i passi più lunghi della gamba può rivelarsi controproducente: “per la prossima stagione puntiamo a consolidarci nella categoria- dice – poi punteremo sempre a qualcosa di più” . E intanto i neroverdi pregustano le sfide del triangolo Legnano- Busto Arsizio- Castellanza che daranno ulteriore sapore a un girone già particolarmente interessante. I lilla sono infatti scesi dalla serie D perdendo i playout contro la Bustese, il Busto 81, al suo primo anno di Eccellenza, ha concluso tra le prime della classe e poi, appunto, la Castellanzese. I colori neroverdi, quindi, sono pronti a regalarsi e regalare alla città ulteriori soddisfazioni.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 31/05/17 - 725 visualizzazioni