Cerca nel sito:

RUBRICHE - SPORT


Palaborsani sold out

Trofeo città di Castellanza di judo e nippon kempo


Castellanza (redazione) Riceviamo e pubblichiamo uno spaccato sulla sulla giornata "marziale" del svoltasi domenica 9 marzo al Palaborsani di Castellanza

vista del palazzettoDomenica 9 marzo 2014 il Palaborsani è stato preso letteralmente d’assalto dai giovani judoca che hanno animato la manifestazione della mattina e dai nippon kempoca del pomeriggio che si sono recati in città per le due manifestazioni, accompagnati da genitori, nonni, amici e supporter vari.

I numeri parlano chiaro 600 giovani judoca in rappresentanza di 42 associazioni della nostra regione, del Piemonte e della Liguria hanno allietato e colorato il palazzetto con il loro entusiasmo, il loro vociare e la loro sana voglia di confrontarsi, troppo spesso non capita da genitori e parenti troppo tifosi che ancora non riescono a capire la natura di queste manifestazioni.
Nove i tatami a disposizione di questa marea di bambini e ragazzi che alla fine del loro impegno hanno ricevuto il meritato trofeo realizzato su disegno della judoca Angelica Della Corte appositamente per l’occasione, le dolcezze offerte da Balconi Spa, Haribo e Perfetti ed un omaggio di 20th Century Fox Italia.
L’ambito trofeo per la associazione più numerosa è stato vinto dalla Pro Patria Judo di Busto che dopo alcuni anni di incontrastato dominio ha scalzato dal primo gradino del podio il Fujiyama di Milano.
Da non sottovalutare l’importante contributo alla manifestazione dato da Laura e Paolo, amici del Mon Club Appiano e della Lario, che con il loro contributo in tatami hanno permesso un allestimento ottimale del campo gara.

Pomeriggio tutto dedicato al Nippon Kempo.
Un centinaio di partecipanti a partire dai giovanissimi fino alle cinture nere si sono dati “battaglia” sui due tatami allestiti per l’occasione.
Era la prima volta che una competizione di Nippon Kempo si svolgeva al Palaborsani e la curiosità per questa disciplina , poco nota in Italia a differenza del resto d’ Europa, l’ha fatta da padrone.
Incontri vibranti al limite dei due minuti, scambi di colpi rapidi, ippon spettacolari.
Sicuramente un’esperienza che potrà essere ripresa in futuro.

Per  finire i ringraziamenti a tutti i volontari che hanno aiutato il judo club Castellanza ad allestire la manifestazione.
Senza alcuna retorica, senza di loro non sarebbe possibile fare nulla.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 12/03/14 - 793 visualizzazioni